Canale Telegram Con Minacce A Draghi: Perquisito Amministratore Canale, Un Napoletano

226

L’amministratore napoletano di un canale Telegram, caratterizzato dalla presenza di numerosi messaggi connotati da ideologie antisemite, da teorie complottiste contrarie ai vaccini, dall’incitamento alla violenza nel corso di manifestazioni pubbliche, nonché da “gravi minacce”, è stato fermato a Capodichino di rientro dalla Germania dove vive. Secondo quanto riportato dalla Polizia, sul canale c’erano anche minacce a varie cariche dello Stato, tra cui Draghi. L’amministratore è stato, come detto, fermato e perquisito a Capodichino mentre stava per andare alla manifestazione no-vax che si sarebbe svolta a Roma lo scorso 15 gennaio.