Castelvolturno: Arrestata Nigeriana Che Ha Costretto Connazionale Ad Abortire

10

Una 49enne nigeriana, con precedenti che hanno che fare con la droga, è stata arrestata a Castelvolturno dagli agenti della Squadra Mobile di Caserta, in collaborazione con i colleghi di Bari. La donna è ritenuta responsabile dei reati di riduzione in schiavitù finalizzata allo sfruttamento sessuale e all’accattonaggio, tratta di esseri umani con l’aggravante del grave pericolo per la vita e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, reati aggravati dalla transnazionalità e dall’interruzione di gravidanza non consensuale, il tutto ai danni di una sua giovane connazionale. Le indagini partirono a novembre scorso quando i medici di un ospedale pugliese segnalarono l’arrivo, presso quel pronto soccorso, di una giovane donna, vittima di aborto clandestino procurato attraverso l’assunzione di pillole abortive.