Clemente A “La Radiazza”: Orgogliosa Dell’Esperienza Finora Maturata. Se Dovessi Essere Eletta, Ma Anche Se Non, Massimo Impegno A Risolvere Problemi Di Napoli”.

50

Oggi ospite de “La Radiazza”, di Gianni Simioli e con Serena Li Calzi, è stata Alessandra Clemente, candidata a sindaco di Napoli. Clemente sull’impegno in politica intrapreso sin da giovanissima ha detto che le ha dato tanto, “togliendomi alcune peculiarità della gioventù”. “A 34 anni sono orgogliosa della mia esperienza”, ha aggiunto Alessandra Clemente, “orgogliosa anche di essere figlia di mia madre, Silvia Ruotolo, uccisa dalla camorra a 39 anni”. “Vorrei che il mio impegno contro la violenza e le ingiustizie sociali non faccia più accadere quello che è accaduto a me, a noi come famiglia; quindi la mia giovinezza è stata dedicata a tutto questo”. Alessandra Clemente ha anche detto che se non dovesse vincere le elezioni “per 5 anni mi impegnerò a seguire tutte le vicende, caso per caso, finché non sarà tutto risolto. Perché i problemi di Napoli devono diventare progetti”. “Diventando sindaco la prima decisione sul trasporto pubblico che prenderei è portare i tempi di percorrenza della metro a 4 minuti. Credo di poterlo fare con i nuovi treni che dovranno entrare in esercizio. Poi prolungherei gli orari aalla notte e proverei ad istituire un trasporto unico per la Città Metropolitana. L’ex assessora napoletana ha concluso dicendo di essere certa di andare al ballottaggio e vincere.