Evasione Fiscale: Sequestro Di Beni Ad Azienda Cilentana

181

La Guardia di Finanza di Salerno ha sequestrato oltre 200mila euro di beni ad una società cilentana che produce calcestruzzo. Nei guai l’amministratore, indagato per diverse fattispecie penali tributarie. Come pubblicato da salernotoday.it, l’impresa tra il 2016 ed il 2018 avrebbe mancato di dichiarare ricavi e contabilizzato costi non documentati per un totale di circa 650 mila euro, così “abbattendo” la base imponibile da sottoporre a tassazione. In seguito ad altri accertamenti è emerso un sistema di evasione con un ulteriore “risparmio” sulle imposte, che venivano compensate con dei crediti non spettanti, derivanti da indebiti rimborsi delle accise sull’acquisto di carburante. In particolare, nel 2017 la società la società aveva dichiarato il consumo di oltre 220mila litri di gasolio, attribuendolo, però, solo agli autoveicoli con i requisiti per il rimborso. L’imprenditore è stato segnalato alla Procura e il pm ha esteso il sequestro preventivo anche ai figli, a favore dei quali il padre aveva ceduto tutti i suoi beni per sottrarli alle iniziative del Fisco.