Napoli: Dirigente Medico Ai Domiciliari

40

Un dirigente medico dell’Istituto Nazionale Tumori di Napoli che cercava di lucrare sui malati di cancro è stato posto ai domiciliari. Il professionista era stato interdetto dalla professione ma l’inasprimento del provvedimento è dovuto al fatto che il medico ha tentato di inquinare le prove. Il primario è accusato di avere prospettato l’urgenza di un intervento chirurgico, inducendo pazienti affette da neoplasie al seno a sottoporsi ad operazioni a pagamento in un’altra struttura sanitaria.