Omicidio Carabiniere: Avrebbero Confessato Gli Americani

232

Gli americani che avrebbero ucciso il carabiniere di Somma Vesuviana a Roma sono stati fermati con le accuse di delitto per tentata estorsione e omicidio aggravato in concorso ed avrebbero confessato l’omicidio di Mario Cerciello Rega. Nella stanza dell’albergo della Capitale dove alloggiavano, intanto, sono stati trovati, in un’intercapedine, un grosso coltello sporco di sangue e i vestiti indossati durante l’aggressione. Decisive sono state le testimonianze del portiere e del facchino dell’hotel. E lunedì alle 12 si terranno i funerali di Stato di Mario Cerciello Rega. La chiesa dove sarà officiato il rito funebre sarà quella dove il carabiniere è convolato a nozze poco più di un mese fa, Santa Croce in Santa Maria del Pozzo a Somma Vesuviana. “Un ragazzo d’oro, ha frequentato la nostra chiesa dal battesimo fino al matrimonio”, questo il ricordo rilasciato al quotidiano Il Mattino da fra Casimiro Sedzimir, parroco della chiesa. “Il giorno del matrimonio – spiega il parroco francescano – Mario e Rosa Maria erano emozionatissimi, una bellissima giornata per loro. Avevano coronato il sogno d’amore”.