Uomo Incendiato A Frattamaggiore: Resta In Carcere Il Presunto Aggressore

102

Pasquale Pezzella, il 39enne accusato di aver dato fuoco, giovedì scorso, al 36enne Nicola Liguori, resterà in carcere. L’uomo avrebbe cosparso di liquido infiammabile la sua vittima che era al telefono con la fidanzata in video chiamata. Pezzella, nell’udienza di convalida del fermo tenutasi ieri, ha respinto le accuse ammettendo di essere arrivato sul luogo del fatto poco dopo, quando Liguori non c’era più, e di aver spento le fiamme che ancora coinvolgevano la panchina. Intanto, secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa, il padre di Pezzella, ritenuto elemento si spicco delle organizzazioni camorristiche locali e fratello di un boss ergastolano, sarebbe andato a casa della vittima subito dopo l’aggressione ed avrebbe chiesto di non denunciare. L’uomo, inoltre, si sarebbe anche offerto di pagare le cure.