Vongole Inquinate: Sequestrata 1,5t Di Prodotti Ittici Nel Napoletano

354

Vongole pescate alla foce del fiume Sarno, tra i più inquinati del Paese, stavano per finire sulle tavole del cenone di Capodanno. I frutti di mare sono ritenuti cancerogeni per l’alta concentrazione di metalli pesanti, batteri fecali e agenti inquinanti presenti nel corso d’acqua. La Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia ha effettuato anche altri controlli a Ottaviano e Boscoreale, ponendo sotto sequestro, in totale, una tonnellata e mezza di prodotti ittici non tracciati.