Castellacci: “Eriksen? Difficile dire se potrà tornare a giocare. I soccorsi immediati lo hanno salvato”

110

Enrico Castellacci parla a Marte Sport Live: “Eriksen? La cosa più bella è che questo ragazzo continui a vivere. C’è stata la tempestività giusta e per questo si è salvato. Un elogio speciale va sicuramente al compagno Kjaer che gli ha liberato le vie respiratorie. Purtroppo in questi casi non è mai prevedibile la problematica cardiaca. Può capitare in campo come per strada, in piscina come un ufficio. Siamo felici che il ragazzo abbia avuto le cure immediate, il vero segreto della sua sopravvivenza, oltre alla presenza del defibrillatore. I calciatori dovrebbero fare un corso di primo soccorso? Sì, è una buona idea, ma io spero che il clamore che ha avuto questa vicenda accenda i riflettori sulla crescita della cultura medica in Italia. Sarebbe bello se ognuno di noi avesse nozioni di primo soccorso per aiutare chiunque abbia un malore. Eriksen tornerà a giocare? Molto difficile dirlo, bisogna capire prima la causa del malore e poi verificare. Di certo in Italia i nostri protocolli sono all’avanguardia. Questa Italia come l’Italia del 2006? Rivedo lo spirito, la chimica. Il gruppo si vede che è molto unito, ovviamente spero che vinca ma è giusto andare passo dopo passo. Di certo è una Nazionale che piace, diverte e unisce”.