Floro Flores: “Osimhen? Andrebbe bene pure a Conte, ma deve pensare più al calcio e meno ai social. Kvara meritava prima il rinnovo”

182

Antonio Floro Flores parla a Forza Napoli Sempre: “Quale è l’attaccante giusto per Conte? Un attaccante alla Thuram, alla Lukaku, Conte vuole sempre movimenti sincronizzati tra attaccanti ed esterni, c’è bisogno di un attaccante che sappia tenere bene la palla, per poi andare in profondità quando si libera lo spazio. Questo è quello che chiedeva a noi. Sarebbe ideale anche Osimhen, se pensasse meno ai social e più al calcio…Conte non ha spento i mal di pancia di Kvara e Di Lorenzo perchè sono cose che la società si porta dietro dallo scorso anno, non sono cose attuali. I giocatori non hanno avuto modo di parlare con l’allenatore direttamente e quindi hanno ancora le scorie della passata stagione da smaltire. Parole dell’agente di Kvara sul Napoli? Sono sbagliate, perché non bisogna parlare in pubblico. Evidentemente ne ha parlato prima con il ragazzo, però bisogna portare anche un po’ di rispetto alla società, Jugeli dovrebbe ricordare che prima del Napoli il suo assistito non era conosciuto. Quest’anno le cose cambieranno, con l’arrivo di Conte i procuratori non avranno vita facile perché lui interagisce in prima persona anche con loro. Il mio agente Paolo Palermo, per me è stato anche un padre, mi dava consigli, ma in genere quando un agente parla è ovvio che esprima anche il pensiero dell’assistito, o lo condivide con lui. Vero anche che Kvara meritava il rinnovo del contratto e anche un ingaggio più alto di quello che ha avuto Osimhen, ma c’è stata anche una stagione negativa per tutti. Occorre anche consentire al club di sbagliare un’annata.  Probabilmente l’intenzione di andare via ribadita da qualche agente di calciatori del Napoli, nonostante l’arrivo di Conte, è dettata dalla voglia di capitalizzare. La mia avventura da allenatore degli Allievi Nazionali del Giugliano è finita, un peccato dopo una stagione ottima, in cui ho portato tre ragazzi in prima squadra, disputando i play off del campionato. Lascio perché lì non c’è ambizione, io invece sono ambizioso. Ringrazio i ragazzi e Pasquale Foggia per l’occasione che ho avuto”