Icardi sì o no, gli incontentabili e il “maialino” Higuain

124

VITTORIO RAIO

Icardi sì, Icardi no. Vale sia per questa lunga trattativa tra Inter e Napoli e sia per l’orientamento di critici e tifosi sull’opportunità di ingaggiare il bomber dell’Inter.
A stamane, non si ancora come si concluderà questa trattativa atipica, fatta anche di tweet di Wanda Nara (anche il gioco del calcio si è adeguato ai tempi…). Non si sa se Icardi indosserà ancora la maglia dell’Inter o se si trasferirà al Napoli. Di certo, da giorni, sono tanti quelli che si dicono favorevoli all’ingaggio di Icardi e quelli che definiscono “pazzo” De Laurentiis che intende spendere 60 milioni per questo attaccante.
In altre parole, nel calcio come nella vita, al di là di quanto si possa fare, sarà sempre impossibile accontentare tutti. Non arriverà Icardi? E ci sarà certamente chi malignerà: De Laurentiis ha fatto finta di voler acquistare il bomber. Arriverà Icardi? E ci sarà chi dirà che il presidente l’ha strapagato. La critica eretta a sistema di vita.
Un’osservazione va fatta. Icardi costa troppo? Ma perché Higuain vale i 90 milioni sborsati dalla Juventus? Vero, ha realizzato 36 gol nell’ultimo campionato, ma chi può garantire un bis? Per l’età che avanza, per il cambio di squadra, per tutta una serie di coincidenza che potrebbero frenare Gonzalo. Inoltre, non va dimenticato che solo tre anni orsono la Juventus non volle ingaggiare Higuain dal Real Madrid per una cifra nettamente inferiore: 37-40 milioni. Gonzalo, intanto, continua ad essere nel mirino di tanti a causa della sua forma fisica. Anche Robert Prosinecki (ex calciatore croato, attualmente commissario tecnico dell’Azerbaigian) ha ironizzato: “Quando ho visto Higuain sono rimasto sconvolto – ha detto a ‘Jutamji list’, come riportato da Goal.com – E’ più grasso di me. La Juventus ha pagato 90 milioni per Higuain e invece è arrivato un maialino… “.