Improta: “Di Marzio è stato il mio allenatore per quattro anni: ero il suo uomo di fiducia”

218

Gianni Improta parla a Marte Sport Live: “Di Marzio? Con lui avevo un ottimo rapporto, è stato il mio allenatore per 4 anni, ero il suo uomo di fiducia, mi aveva consegnato le chiavi dello spogliatoio e mi faceva scendere in campo in qualsiasi condizione. Avevo la sua totale fiducia, era bravissimo a dirigere le squadre e a prepararci fisicamente e mentalmente. Ha raccolto meno di quanto meritasse, ovviamente parliamo di un altro calcio. Lui era capacissimo tatticamente, difficilmente lo mettevano in difficoltà. E’ stato un antesignano del calcio moderno di Gasperini, lui faceva giocare a uomo dando libertà ai più talentuosi. Era divertente, stavi bene insieme a lui perché si inventava di tutto. Dovevamo giocare la prima gara contro il Napoli in Serie A con il Catanzaro, nel Napoli militava Chiarugi che aveva un piede alla Palanca, batteva benissimo gli angoli. Di Marzio fece tagliare le parti doveva poteva battere a rete”.