Insigne: “Mi sono divertito tantissimo, ci tenevano a ricordare Diego. Rinnovo? Non dipende solo da me”

188

Lorenzo Insigne commenta la prestazione del Napoli contro la Lazio ai microfoni di Dazn: “Al di là del risultato mi sono divertito tantissimo, conosco bene Mertens, ci conosciamo a memoria. I suoi gol sono solo un bene per noi, sapevamo che dopo aver perso Osimhen potevamo stare tranquilli. Non è un caso che sia il capocannoniere del Napoli di tutti i tempi. Sarri? Con lui siamo andati vicini allo scudetto. Spalletti ha portato altre idee, non è facile ma scendiamo in campo per giocarcela in ogni partita. A Milano non abbiamo fatto una grande partita, eppure avremmo potuto pareggiarla. Stavolta abbiamo giocato con la convinzione di essere una grande squadra e l’abbiamo dimostrato. La festa prima della gara? Volevo accendere la televisione, mi hanno chiesto di stare concentrato. Spero che i tifosi si siano divertiti, volevamo ricordare Diego con una grande prestazione. La goduria dura poco, tra due giorni si torna in campo e vogliamo far bene anche col Sassuolo che oggi ha fatto una gran partita. Il rinnovo? Sto cercando di non essere ripetitivo, il mio procuratore mi dice sempre che parla con la società e non dipende solo da me. Io nel frattempo rimango sereno, penso solo a giocare”.