Lucchesi: “L’esonero di Garcia è giusto. Non sarà facile per il sostituto. Tudor ha grande voglia di fare”

260

Fabrizio Lucchesi parla a Marte Sport Live: “Momento delicato per il Napoli? Non è scontato che il prossimo allenatore faccia meglio, con una situazione contrattuale con soli sette mesi di lavoro. Il messaggio sembra essere che questo sia un anno di transizione, e che si riprenderà a lavorare dalla prossima stagione: questo può conferire alibi anche ai calciatori. È una situazione complicata, non è un interruttore della luce cambiare l’allenatore. Oggi serve un allenatore che traghetti e la scelta del tecnico è la più difficile: non è facile indovinarla sempre. In ogni caso l’esonero di Garcia è inevitabile e anche giusto. Mini-ciclo di ferro per il prossimo allenatore? Sì ma anche un mese fa il Napoli avrebbe scelto un traghettatore: avrebbe avuto un mese in più, tutto qui. 
I giocatori devono dare di più e credo che lo faranno con il cambio allenatore, perché porterà una scossa. Presenza De Laurentiis costante anche negli spogliatoi è elemento? Garcia era di fatto esonerato da tempo, ora la sfida è trovare la persona giusta, in grado di risollevare un po’ la stagione del Napoli. Ci sono tante gare da giocare, c’è da fare bene nel rispetto del Napoli e del grande progetto partenopeo. Tudor deve piacere a De Laurentiis, i giocatori devono adattarsi a ciò che verrà. Tudor è un allenatore che ha voglia di fare: grande esperienza da calciatore, un po’ meno da allenatore. Allenare oggi il Napoli è difficilissimo, non difficile. E oggi un allenatore vero, con esperienza, a Napoli non ci viene: aspetta giugno per iniziare una nuova stagione. Chiunque arriverà ora sulla panchina del Napoli dovrà ricevere il sostegno di tutto l’ambiente: un contratto un po’ più lungo gli darebbe anche più forza agli occhi dei calciatori”.