Marchetti: “Insigne? La visita del procuratore a Casa Milan non era per Lorenzo. La trattativa per il rinnovo rimandata a fine stagione”

70

Luca Marchetti parla a Marte Sport Live: “Insigne? Il problema è lo stesso di altri calciatori, cioè la scadenza di contratto. Lui ha una storia piuttosto unica, in pratica a parte l’anno di esperienza a Pescara è stato sempre a Napoli. Tutto questo comporta e comporterà tante discussioni. La visita di ieri dell’agente a Casa Milan? Entrambe le parti si sono affrettate a smentire che si parlasse di Insigne, giustificando la cosa anche sotto il profilo economico. Rinnovo Napoli? A oggi non ci sono state offerte ufficiali, tutto è stato rimandato a fine campionato per non condizionare le prestazioni sportive. Credo che l’esito, come tutte le scadenze di contratto, non sia scontato. Ovvio che se ti cerca il Barcellona un ragionamento lo fai. Puoi fare scelte economiche, di prestigio, di cuore, dipende dalle necessità di un giocatore. Anche Donnarumma e Messi non hanno ancora firmato pur essendo cresciuti nei loro rispettivi club. Politano? Ha sempre fatto molto bene quando è entrato, mentre magari quando ha iniziato ha fatto meno bene. Alla fine il Napoli ha incassato il secondo gol nel momento in cui stava prendendo in mano il pallino del gioco. La Juventus ne ha approfittato in maniera cinica. Nei grandi match contano i dettagli. Il Napoli ha avuto una carenza in alcuni interpreti. Se la partita fosse finita pari, il Napoli non avrebbe rubato nulla. Mentalmente c’è sicuramente un effetto rimbalzo, ora Gattuso deve parlare al gruppo. La delusione dei tifosi del Napoli è innegabile e io credo ci sia anche tra i giocatori”.