Napoli, che tonfo a Verona: il vantaggio immediato di Lozano non basta, l’Hellas vince 3-1

90

Il Napoli cede di schianto a Verona e lo fa nella maniera peggiore. La squadra di Gattuso parte alla grande con il gol di Lozano dopo appena 10 secondi, poi si smarrisce e subisce la rimonta dell’Hellas che dilaga nella ripresa e vince 3-1. Gli azzurri sono apparsi poco concentrati e deludenti in attacco. Funziona solo Lozano, male Insigne e Zielinski. Petagna cresce nella ripresa, ma Gattuso lo sostituisce a metà ripresa preferendogli i rientranti Osimhen e Mertens che ovviamente non sono ancora al meglio. Il belga perde pure il pallone che dà il via al 3-1 del Verona: Meret respinge male su Di Carmine, Lazovic trova Zaccagni, bravo a chiudere i conti. La mazzata per il Napoli, a dire il vero, è stata l’azione del 2-1, finalizzata da Barak.

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter (31’ st Lovato), Dimarco (12’ st Magnani); Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic; Barak, Zaccagni (39’ st Bessa); Kalinic (12’ st Kalinic). All. Juric.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Bakayoko (39’ st Lobotka), Demme (20’ st Politano); Lozano, Zielinski (39’ st Elmas), Insigne (15’ st Mertens); Petagna (20’ st Osimhen). All. Gattuso.

ARBITRO: Fabbri di Verona

RETI: 1’ pt Lozano, 34’ pt Dimarco, 16’ st Barak, 34’ st Zaccagni

NOTE: ammoniti Demme, Di Lorenzo, Magnani, Koulibaly, Zaccagni. Angoli 4-2. Recupero 2’ pt, 4’ st.