Rocchi? Perseverare è diabolico

78

VITTORIO RAIO

Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. E Rocchi è diabolico negli errori contro il Napoli (prego dare uno sguardo alle statistiche). Ieri sera le ultime cazzate, per usare un termine che Sarri ha “dedicato” a Koulibaly nell’ultima conferenza prima del match a Pescara. Neanche il tempo di iniziare e gli arbitri già sono sul banco degli imputati.
Rocchi ha “arbitrato” Giacomelli, l’ha indotto a commettere un errore e Giacomelli, arbitro di poca personalità, si è fatto dirigere, indirizzare. Giacomelli, giustamente, aveva fischiato il penalty per il fallo in area su Zielinski (piede verso il volto). Deciso, Giacomelli era andato sul dischetto. Poi, il cambio di idea per un fantomatico fallo precedente visto da Rocchi e non da Giacomelli. Incredibile… Anche Ambrosini su Sky ha sottolineato: “Per me è rigore netto”. Chissà perché fatti del genere contro la Juventus non accadono mai… Anzi… Cito due episodi che possono apparire ininfluenti, ma non lo sono in quanto comunque le ammonizioni hanno un peso e poi danno l’esatta misura del… due pesi e due misure. In juventus-Fiorentina, Massa non ha punito con il giallo Chiellini per un fallaccio da dietro e in ripartenza su Kalinic. Solo un “affettuoso” rimprovero. Il giusto contrario di quanto è avvenuto ad Albiol in Pescara-Napoli: gli è stato mostrato il giallo. Non c’è uniformità di giudizi per casi simili. Da cosa dipende? E’ un interrogativo inquietante. Da anni.
Tornando a Pescara-Napoli, né Giacomelli, né il solito Rocchi hanno poi visto un secondo rigore per un aggancio in area di Bizzarri su Mertens. Abbiamo iniziato… bene la stagione. E il Napoli, al di là dei propri, evidenti limiti (ne parlo in un servizio a parte) si ritrova già penalizzato. Se si continua così finiremo con il giocare alla battaglia navale: Napoli, colpito e affondato. Grazie anche agli arbitri di scarsa personalità come Giacomelli e grazie al solito Rocchi.