Accardi: “Manna figura ideale per il Napoli del futuro. Personalmente darei un’altra chance a Calzona”

105

Beppe Accardi parla a Forza Napoli Sempre: “Per qualsiasi allenatore che ha quella logica di calcio dare un’identità ad una squadra è difficile in un mese. Perché devi avere il tempo per poter lavorare. Con quel tipo di mentalità calcistica, un conto è partire all’inizio quando tu crei, lavori, hai tutto il tempo; un conto è fare le cose in corso d’opera. Se qualcuno ha pensato che Ciccio Calzona avesse la bacchetta magica per cambiare le cose è decisamente un folle. Credo che Ciccio sia un ottimo allenatore e un ragazzo che ha molta empatia con i calciatori e da loro è molto rispettato. Non dimentichiamoci che chi viene a Napoli, nel caso Manna, ha a che fare con un settore tecnico che ha già conformazione e uomini con i quali convivere e coesistere per lavorare: Micheli e Mantovani. Perciò credo che Manna sia la figura ideale per Napoli. Poi potrebbe rimanere anche Meluso che, secondo me, è stato valutato poco e male in questo periodo. Anche perché non ha avuto né la forza né la carta bianca per potersi muovere come avrebbe dovuto. Possanzini è un allenatore che sta facendo benissimo, facendo giocare un gran calcio alla sua squadra, comunque forte per la categoria. Sarri aveva un’esperienza diversa, la serie A con l’Empoli. Certo che se De Laurentiis affrontasse quest’esperienza dimostrerebbe di avere un coraggio non indifferente. E magari Possanzini arriverebbe a fare cose incredibili quando tutti stiamo pensando che cosa potrebbe succedere. Io però credo che De Laurentiis in prima battuta andrà su allenatori più esperti. Se facessi il direttore sportivo un allenatore come Calzona lo prenderei dall’inizio e gli darei una chance da giocare”.