Cagni: “Conte è un allenatore vincente. Lukaku al posto di Osimhen sarebbe una soluzione importante”

178

Gigi Cagni parla a Marte Sport Live: “Andare su un allenatore come Conte è un fatto positivo perché vai sull’allenatore più vincente dopo Ancelotti. La scelta fa capire che il presidente vuole vincere, anzi rivincere. Se Conte ha firmato sicuramente saprà dei giocatori che potrebbero essere in bilico ed avrà detto alla società tutto quello che secondo lui dovrà fare. Conte vuol fare una squadra forte pur sapendo che non potrà vincere subito. Conte, con il presidente, avrà fatto il suo programma e decideranno cosa fare. Non credo che possa fare a meno di giocatori come Kvara. È chiaro che Conte vorrà giocatori che abbiano le stesse qualità di quelli che andranno via. Col 3-5-2 cambiano parecchie cose. Secondo me Di Lorenzo potrebbe anche fare il 5 anche perché nella mentalità di Conte la squadra deve essere compatta, fare la fase difensiva al meglio con dei giocatori di qualità davanti. Quindi vuol dire che fai gol e ne prendi pochi. Unica strategia vincente che esiste nel calcio. La cosa più importante è che Conte abbia detto sì o, almeno, così si legge da più parti. Per me se Conte sarà l’allenatore del Napoli sicuramente costruirà una squadra che sarà vincente. Se tu ingaggi un allenatore del genere stai tranquillo che la squadra verrà costruita. Se ha detto sì vuol dire che tutte le componenti per lui ci sono. Secondo me se al posto di Osimhen e Kvara il Napoli prendesse Lukaku e Chiesa non ci perderebbe. Sarebbero comunque giocatori di grande qualità. Quando tu giochi col 4-3-3 o con il 3-5-2 tu hai il regista e Lobotka può rimanere. Diversamente, non sarebbe utile in un 3-4-2-1. Conte giocherà sempre con 3 centrocampisti perché predilige sempre il regista e poi i due centrocampisti che si alternano nell’inserimento. Altra cosa prediletta da Conte è che quando difende lui ne ha 5 e quindi ha delle certezze. Kvara nel 3-5-2 non è determinante a meno che non faccia il 5 a sinistra. Secondo me non sarebbe adatto a fare la seconda punta; magari per Conte si ma per me no. Se Kvara dribbla l’uomo e ti dà sempre superiorità numerica sulla fascia non puoi schierarlo da altre parti. Ci sono dei giocatori che gli spazi sono quelli che sentono di più o di meno e lo capisci. Vedi Kvara impegnato in posizioni diverse, non dribblava più”.