Champions, Napoli ai quarti per la prima volta nella storia: 3-0 all’Eintracht, a segno Osimhen (doppietta) e Zielinski

183

Il Napoli è ai quarti di finale di Champions per la prima volta nella storia. Dopo il 2-0 dell’andata, lezione ai tedeschi anche al ritorno. Finisce 3-0, per la gioia dei 50mila del Maradona dopo una giornata segnata dalla tensione per gli scontri provocati dagli ultras dell’Eintracht nel centro città. Dopo un primo tempo bloccato, è Osimhen un attimo prima dell’intervallo a portare gli azzurri in vantaggio, con un imperioso colpo di testa su cross di Politano. Nella ripresa all’8′ è ancora il nigeriano a firmare il raddoppio, su invito di Di Lorenzo. Al 19′, poi, Zielinski cala il tris su rigore concesso per fallo ai suoi danni di Sow. Diventano tre le italiane ai quarti: Inter, Milan e appunto Napoli. Venerdì alle 12 il sorteggio a Nyon: in lizza anche Real Madrid, Manchester City, Bayern Monaco, Chelsea e Benfica.

NAPOLI-EINTRACHT FRANCOFORTE 3-0 TABELLINO

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim (22′ st Juan Jesus), Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski (29′ st Ndombele); Politano (22′ st Lozano), Osimhen (36′ st Simeone), Kvaratskhelia (29′ st Elmaas). In panchina: Idasiak, Gollini, Olivera, Bereszynski, Ostigard, Gaetano. All. Spalletti.

EINTRACHT FRANCOFORTE (4-2-3-1): Trapp; Buta, Tuta, N’Dicka, Lenz (22′ st Max); Rode (29′ st Jakic), Sow; Knauff (17′ st Alidou), Gotze, Kamada; Borré. In panchina: Ramaj, Horz, Smolicic, Touré, Hasebe, Alario, Chandler. All. Glasner.

ARBITRO: Taylor (Inghilterra)
RETI: 47′ pt e 8′ st st Osimhen, 19′ st rig. Zielinski
NOTE: ammoniti N’Dicka, Lenz, Gotze, Juan Jesus. Angoli 4-3. Recupero: 2′ pt, 2′ st. Spettatori 50mila circa.