D’Amico: “Manna è un ottimo professionista. De Laurentiis ha fatto lo stesso quando individuò Giuntoli dal Carpi”

102

Andrea D’Amico parla a Marte Sport Live: “Giovanni Manna è un ottimo professionista, ha esperienza, è molto competente e dinamico, sarebbe un ottimo profilo per il Napoli. Del resto il club in passato ha puntato su Giuntoli, allora dirigente emergente, veniva dal Carpi ma aveva qualità importanti che De Laurentiis aveva intravisto. Tra i giovani Giovanni Manna è uno dei più preparati che si è formato nelle serie inferiori ed ha acquisito un respiro internazionale. Non è una sola scelta a determinare il successo o l’insuccesso di una stagione. Giuntoli convinse De Laurentiis a prendere Osimhen in periodo Covid, è un direttore sportivo d’esperienza, sa individuare i talenti, per i quali ha un occhio particolare. Aver portato Osimhen al Napoli è uno dei meriti di Giuntoli. Ad oggi non saprei dire dove andrà Osimhen, ha un ingaggio ed una clausola che possono essere accostate solo da grandissimi club. In Francia o in Inghilterra. Rifondazione Napoli? Stagione imprevista per gli azzurri dopo la stagione passata, questo fa capire l’importanza di allenatore e direttore sportivo, senza nulla togliere a chi è venuto dopo. A volte è anche questione di chimica e spirito di gruppo che sono automaticamente replicabili al cambiare delle figure di riferimento. Da qui la stagione difficile del Napoli. Su Antonio Conte prossimo allenatore del Napoli è difficile esprimersi: dipende anche dalle alternative ed offerte che avrà, ci sono tante variabili e tanti nomi che si succedono in orbita Napoli. Ci sono anche tanti bravi giovani allenatori, certo Antonio è un allenatore esperto, non ha bisogno di presentazioni ma è una previsione difficile da fare”.