Marchetti: “Conte valore aggiunto. Lukaku è il suo totem. Dorgu? Non mi risulta sia già del Milan”

276

Luca Marchetti parla a Forza Napoli Sempre: “Conte è un grande acceleratore di progetti, mi aspetto sarà lui l’allenatore in grado di incidere subito in Serie A e terrei d’occhio anche Italiano, che ha grande capacità di inculcare i propri principi di gioco ai calciatori in tempi brevi. Conte utilizzerà un sistema di gioco in grado di sfruttare gli esterni, non so quale sarà il futuro immediato di Lindstrom ma sono certo che Conte vorrà vederlo in ritiro: al momento l’ipotesi prestito per il danese mi sembra percorribile.
Conte sfrutterà in maniera diversa rispetto al recente passato i giocatori in rosa: non è vero che Conte richiede solo nuovi acquisti, lui valorizza la rosa a disposizione.
Obiettivi immediati del Napoli di Conte? Conte ha sempre vinto al primo anno tranne all’Inter, quando arrivò allo scudetto nel secondo anno. Il Napoli sarà certamente competitivo perché Conte non accetta di non essere competitivo per vincere. Gli azzurri lotteranno per lo scudetto, anche forte di una rosa che è comunque di alto livello.
In difesa il Napoli ha urgenza di puntellare, potrebbe prenderne due ma dipende dalle uscite, i tempi non sono brevi soprattutto per Buongiorno che è impegnato con l’Europeo. Hermoso richiede una valutazione sull’ingaggio. Un esterno a tutta fascia arriverà, i nomi monitorati sono quelli comunicati in queste ore. Lukaku è il totem di Conte, il prototipo dell’attaccante di Conte ma è legato all’addio di Osimhen. Dorgu? Non mi risulta sia già del Milan, penso sia ancora alla portata del Napoli, non c’è niente di definito da nessuna parte. Gli azzurri rimangono in corsa per giocatori che possono essere funzionali per il progetto”