Spalletti: “Farò dei cambi con lo Spartak, attenzione perché per loro è già decisiva”

324

Luciano Spalletti parla alla vigilia della sfida con lo Spartak Mosca

Che mentalità si aspetta domani?

“Mi aspetto sempre una crescita, dobbiamo dare continuità alle prestazioni. Ho parlato con la squadra dopo la partita con il Cagliari, dobbiamo concretizzare di più. I cinque cambi sono fondamentali e cambiano la partita”.

In serie A è cresciuta la media gol. E’ la migliore in Europa,  cosa è cambiato?

“Per quanto riguarda i gol segnali, è un lavoro costante degli allenatori giovani per proporre un calcio più europeo. Si pressa più alto e si costruisce sempre l’azione dal basso. La cosa  fondamentale è mettere 3-4 calciatori nel reparto offensivo quando mancano 20 minuti alla fine della partita che ti sparano vampate di velocità e di tecnica. Lozano è un ragazzo splendido, è di una squisitezza unico, in questo gruppo si trova benissimo. Ha ritardato un po’ la preparazione a causa dell’incidente, ora lo vedo molto motivato e sorridente”.

Come stanno i reduci dagli infortuni?

“Stiamo facendo allenamenti personalizzati. Sinatti è un preparatore attento ai dettagli. Si riesce a far bene”.

Tutti pronti per domani?

“Sì, ci dispiace aver lasciato fuori Ghoulam che non è in lista, quindi siamo andati per regola. Nei pensieri di non prendere il terzino sinistro, c’era questa predisposizione per un campione e per un uomo squadra come lui. Ghoulam è uno di questi, dettano i ritmi e i tempi”.

Aumenterà la capienza allo stadio?

“Questo ci fa piacere. Questo stadio dà sempre emozioni, i miei occhi l’hanno visto pieno anche quando ci sono entrato la prima volta ed era vuoto. Il rumore della gente si sentiva benissimo”.

Spalletti si sta divertendo con questo Napoli?

“Mi diverto e  sto bene quando vinciamo la partita.  Penso sempre al domani e a ciò che possiamo raccogliere domani. Non penso a domenica, bisogna affrontare in maniera corretta”.

Ci sarà più turnover domani?

“Quei tre o quattro calciatori che si possono risparmiare per averli freschi nella partita successiva ci saranno”.

C’è pericolo di eccesso di confidenza?

“L’essenziale è che non ci sia eccesso di presunzione. Tutti devono contribuire, come ha spiegato Insigne”.

Quale insidia nasconde la partita con lo Spartak?

“Lo Spartak ha perso la prima partita in casa e potrebbe sembrare che non sia all’altezza. Invece ha subito gol dal Legia al 93’ in maniera rocambolesca, poi i russi ci tengono sempre a fare bella figura in Europa”.

Quali sono le cose che funzionano meglio nella fase difensiva?

“Il segreto della difesa è l’atteggiamento di squadra”.

Accetterà l’invito di Cannavaro a cena?

“Ci siamo visti ultimamente e siamo molto amici. Ci conosciamo molto bene, ci siamo sentiti molte volte a telefono. L’ho sempre stimato da calciatore. Fabio è un ragazzo splendido e sa quello che dice. Aspetto l’invito, che si affretti…”.

Gioca a padel?

“Sono scarso a qualsiasi gioco. Non sono così di qualità, non ho il tempo, ma mi piace. E’ simpatico”.