Spalletti: “Vittoria che ci dà maturità, ora importante recuperare tutti. Osimhen? Va servito meglio”

216

Luciano Spalletti analizza la prestazione del Napoli contro il Venezia ai microfoni di Dazn: “Questa vittoria ci dà quella maturità superiore, ci fa capire che possiamo pensare di determinare i risultati senza aspettare l’episodio. Abbiamo la possibilità di giocare sempre per vincere contro qualsiasi avversario. Abbiamo portato a casa una vittoria importante, difficile, giocando anche a tratti un discreto calcio. Osimhen? Lui le ha le qualità, siamo noi che dobbiamo migliorare modo di servirlo. Non dobbiamo sempre palleggiare e far schiacciare la squadra avversaria, ma sfruttare meglio le sue caratteristiche dandogli palla più velocemente. Nel primo tempo abbiamo giocato poco nello spazio e più sui piedi, costringendolo ad avere sempre tutti gli avversari attorno. In campo aperto e con palle sporche riesce a essere molto pericoloso”. A centrocampo ora il problema è l’abbondanza, considerando anche il ritorno di Anguissa: “Di calciatori bravi ne abbiamo tanti e bisogna vedere di farli coesistere. Dobbiamo essere tutti più squafra, così possiamo avere un vantaggio. Se metti uno fisico ti manca un po’ di qualità, nello stretto uno come Anguissa può faticare un po’ di più. Anche Demme è molto bravo a dare la palla sul piede al compagno, lo abbiamo fatto giocare poco. Poter fare quattro cambi di qualità è importante, con le cinque sostituzioni si pensa anche a come cambiare la gara durante lo svolgimento”. Sabato ci si gioca il primato contro l’Inter? “Abbiamo una settimana per lavorare correttamente, recuperando Anguissa e Koulibaly. Uno come Kalidou ha un grande valore anche durante gli allenamenti. Proveremo a far lavorare anche Ounas, abbiamo bisogno di tutti per partite come questa. Zamparini? Si capiva subito che persona fosse, era un talent scout e faceva tutto con entusiasmo. Aveva un animo buono, voleva aiutare tutti quelli che ne avevano bisogno”.